Videosorveglianza analogica

Un sistema di videosorveglianza analogica è caratterizzato dalla trasmissione del segnale per mezzo di cavi coassiali analogici con connettori BNC.

Un sistema di videosorveglianza analogica è composto da:

  • una o più telecamere analogiche
  • Un sistema di trasmissione dell'immagine via cavo coassiale
  • Un monitor che riproduce l'immagine trasmessa dalle talecamere collegate
  • Una unità di videoregistrazione (DVR) che consente la memorizzazione di immagini e video per una consultazione differita.

La videosorveglianza analogica è ancora oggi molto diffusa per diversi motivi:
  • compatibilità: tutte le telecamere analogiche utilizzano i segnali PAL standard, questo permette massima flessibilità in quanto tutti i componenti possono essere sostituiti con componenti di produttori diversi.
  • la qualità delle immagini non è necessariamente inferiore alle telecamere digitali. le telecamere analogiche sono più sensibili alla luce e quindi particolarmente adatte in ambiente scarsamente luminosi, dove una telecamera ditale avrebbe bisogno di una illuminazione aggiuntiva.
  • la trasmissione video delle telecamere analogiche non è compressa, come avviene nel digitale, quindi non c'è latenza (ritardo di segnale) e la trasmissione si può considerare in tempo reale.
  • la scelta di un sistema analogico non esclude di poter scegliere in futuro di integrarlo in una rete digitale mediante un encoder, esistono inoltre dispositivi di registrazione con tecnologia ibrida (analogica /IP).

Scheda tecnica